Corso Vercelli 57 Milano 20144 - C.F. 08925980966

SCHEMA DI RELAZIONE DEL C.T.U.


TRIBUNALE ORDINARIO DI ________________
SEZIONE QUARTA CIVILE - ESECUZIONI IMMOBILIARI
Esecuzione n.________________G.E. dott.__________________
contro: ___________________________________________________
promossa da: ___________________________
R E L A Z I O N E DI CONSULENZA TECNICA
Il sottoscritto______________________________________________
con studio _______________________________________________
in data_________ ha prestato giuramento in qualità di C.T.U. per rispondere ai seguenti quesiti:
1) descriva il C.T.U., previo esame della documentazione in atti e dello stato dei luoghi, l'immobile
pignorato (comune, località, via, numero civico, piano, numero interno, caratteristiche interne ed
esterne) con relativa superficie in mq., confuti e dati catastali attuali, eventuali pertinenze ed
accessori, eventuali millesimi di parti comuni, accertando la completezza della documentazione
prodotta e la corrispondenza delle risultanze della documentazione con lo stato dei luoghi;
2) accerti la conformità tra i dati riportati nel pignoramento e quelli risultanti dalla documentazione,
riportando l'elenco delle iscrizioni e trascrizioni di pignoramenti gravanti sull'immobile ed, a parte,
della trascrizione delle domande giudiziali;
3) se l'immobile non risulta accatastato, proceda all'accatastamento, ovvero esegua le variazioni
necessarie per l'aggiornamento del catasto, provveda, in caso di difformità o mancanza di idonea
planimetria del bene, alla sua correzione o redazione;
4) indichi l'utilizzazione prevista dallo strumento urbanistico comunale;
5) indichi la conformità o meno della costruzione alle autorizzazioni o concessioni amministrative
ed, in caso di costruzione realizzata o modificata in violazione della normativa urbanistico-edilizia
vigente, descriva la tipologia degli abusi riscontrati, dica se l'illecito sia stato sanato o sia sanabile,
ai sensi degli art. 17 comma 5 o 40 comma 6 della legge n. 47/85 ed indichi il presumibile costo
della sanatoria;
6) dica se è possibile vendere i beni pignorati in uno o più lotti, in quest'ultimo caso formando i
singoli lotti e, previa autorizzazione del giudice, identificando i nuovi confini e provvedendo alla
redazione del frazionamento, ed allegando, in tal caso, alla relazione estimativa i tipi debitamente
approvati dall'Ufficio Tecnico Erariale;
7) stabilisca se l'immobile è libero o occupato, con contratto avente data certa anteriore alla notifica
del pignoramento, indicando l'eventuale data di registrazione del contratto, la data di scadenza per
l'eventuale disdetta, l'eventuale data di rilascio o comunicando l'esistenza di un giudizio in corso per
il rilascio;
8) indichi l'esistenza sui beni pignorati di eventuali vincoli artistici, storici o alberghieri, di vincoli
di inalienabilità o indivisibilità, nonché l'eventuale esistenza di diritti demaniali (diritti di superficie
o serviti pubbliche) o di usi civici e l'assegnazione dell'abitazione al coniuge;
9) determini il valore dell'immobile con indicazione del criterio di stima usato.
Il Giudice dell'Esecuzione ha inoltre disposto che il C.T.U.:
- provveda a redigere l'elaborato sulla base di apposito schema (che è stato
consegnato al C.T.U. ed è comunque, disponibile in Cancelleria);
- depositi una copia scritta della relazione, destinata ad essere inserita nel
fascicolo d'ufficio, altra copia scritta della sola relazione da allegare all'istanza
di liquidazione del compenso, nonché copia della relazione e del modello dell'ordinanza di vendita
redatta con il programma WORD (o altro programma di scrittura compatibile);
- alleghi alla relazione almeno due fotografie esterne del bene ed almeno due interne, nonché la
planimetria del bene, visum catastale attuale, copia della concessione o della licenza edilizia ed atti
di sanatoria, copia dell'eventuale contratto di locazione o verbale delle dichiarazioni del terzo
occupante e gli eventuali ulteriori documenti ritenuti necessari;
- segnali tempestivamente ai creditori istanti eventuali carenze nella documentazione presentata
sollecitando il loro intervento al riguardo;
- provveda a redigere una bozza del decreto di trasferimento del bene, sulla base del modello
disponibile in Cancelleria.
(in caso di incarico conferito prima di delega al Notaio)
In data ___________________ il Notaio delegato comunicava di volersi avvalere dell’opera del
consulente fissando il termine di giorni __________
per il periodo della relazione.
SVOLGIMENTO DELL'INCARICO
1° QUESITO (Descriva il C.T.U., previo esame della documentazione in arti e dello stato dei
luoghi, l'immobile pignorato (comune, località, via, numero civico, piano, numero interno,
caratteristiche interne ed esterne) con relativa superficie in mq., confini e dati catastali attuali,
eventuali pertinenze ed accessori, eventuali millesimi di parti comuni, accertando la completezza
della documentazione prodotta e la corrispondenza delle risultanze della documentazione con lo
stato dei luoghi)
L'immobile, oggetto del pignoramento, è un_______________________
(terreno o appartamento o terreno con sovrastante costruzione ecc.) che si trova in:
• Comune:______________________________
• Località:_______________________________
• Via (con indicazione del numero civico)_____________________
• Piano:________________________________
• Interno:_______________________________
cosi composto:
•___________________________________
(descrizione sommaria dell'immobile, eventualmente pano per piano)
•________________________________
(nel caso di appartamenti o locali commerciali),
il tutto per stima superficie commerciale di mq. così calcolati:
abitazione mq._____________________ pari a 1 = mq.________________;
• balconi mq.________________________pari a 1/3 = mq.________________;
box mq.________________________pari ad 1/3 = mq.________________;
• portici mq.________________________pari ad 1/5 = mq.________________;
• giardino mq.________________________pari ad 1/10 = mq._____________
• millesimi di parti comuni:___________________________________________
Descrizione specifica dell'unita immobiliare con indicazione delle dimensioni di ciascun locale o
ambiente, dello stato di conservazione di ogni singolo locale, della qualità di infissi, porte,
pavimenti. delle caratteristiche esterne ed interne dell'mmobile nel quale si trovano i locali, del suo
stato di conservazione, di qualsiasi altro elemento utile per lo conoscenza dei bene pignorato
(pregio e caratteristiche della zona in cui si trova il bene. anche in relazione allo presenza nei pressi
di fermate di mezzi pubblici di trasporto e di altri servizi, pubblici e privati; quali scuole, farmacie.
supermercati, particolarità estetiche dell'appartamento, eventuali vedute esterne, presenza nell'
immobile dell'ascensore e del portiere, ecc)
L'immobile confina con:_______________________________________
________________________________________________________
E' censito al N.C.E.U. al foglio______,
particella__________,sub___________, cat._____
rendita catastale_________________________
(certificazione catastale del _____________________)
ovvero
Non risulta censito al N.C.E.U., ma per esso è stata presentata la seguente denuncia di
accatastamento:
________________________________________________________
All'istanza di vendita risulta allegata in atti la seguente documentazione:
? Estratto del catasto
________________________________________________________
- Certificato di destinazione urbanistica (di data non anteriore a tre mesi
dal deposito dell'istanza di vendita)
________________________________________________________
- Certificazione della Conservatoria dei registri immobiliari attestante:
a) gli eventuali cambi di proprietà nel ventennio;
b) iscrizioni;
c) trascrizioni.
2° QUESITO (Accerti il C.TU. la conformità tra i dati riportati nel pignoramento e quelli risultanti
dalla documentazione, riportando l’elenco delle iscrizioni e trascrizioni di pignoramenti gravanti
sull'immobile ed, a parte, della
trascrizione delle domande giudiziali).
* I dati riportati nel pignoramento corrispondono a quelli risultanti dalla documentazione ed allo
stato dei luoghi.
Ovvero
* Non è stata prodotta____________________________________
(indicare, documenti mancanti).
Ovvero
* I dati riportati nell'atto di pignoramento non corrispondono con lo stato dei luoghi poiché
____________________________________
(descrivere le divergenze).
Ovvero
Lo stato dei luoghi non corrisponde alla documentazione prodotta in
quanto________________________________________________
(descrivere le divergenze).
* Elenco delle iscrizioni ipotecarie gravanti sull'immobile:
tipo: (ipoteca legale. volontaria, giudiziale)
iscritta in data:______________________________________________
su istanza di:_______________________________________________
al numero particolare:________________________________________
Elenco delle trascrizioni di pignoramenti gravanti sull'immobile:
iscritta in data:______________________________________________
su istanza di:_______________________________________________
al numero particolare:________________________________________
Elenco delle eventuali trascrizioni di domande giudiziali:_______________
3° QUESITO (Se l'immobile non risulta accatastato, proceda il C.T.U, all'accatastamento, ovvero
esegua le variazioni necessarie per l'aggiornamento del catasto, provveda in caso di difformità o
mancanza di idonea planimetria del bene, alla sua correzione o redazione)
Dare atto dell’eventuale accatastamento ovvero delle variazioni necessarie per l'aggiornamento dei
catasto, e Cella eventuale correzione o redazione della planimetria.
4° QUESITO (indichi il C.T.U. l'utilizzazione prevista dallo strumento urbanistico comunale)
(Gli strumenti urbanistici del Comune di_________________________
prevedono che ___________________________________________
5° QUESITO (Indichi il C.T.U, la conformità o meno della costruzione alle autorizzazioni o
concessioni amministrative ed, in caso di costruzione realizzata o modificata in violazione della
normativa urbanistico - edilizia vigente, descriva la tipologia degli abusi riscontrati, dica se l'illecito
sia stato sanato o sia sanabile, ai sensi degli art. 17 comma 5 o 40 comma G della legge n.47/85 ed
indichi il presumibile costo della sanatoria)
Descrizione della "storia" dell'immobile ( anno di costruzione, modifiche ecc-).
* La costruzione è stata realizzata in base a licenza/concessione edilizia n._________
del_________________________________________
* La costruzione è stata realizzata in conformità alla licenza/concessione edilizia.
Ovvero
* La costruzione è stata realizzata in mancanza di concessione edilizia.
* La costruzione è stata realizzata in difformità dalla licenza/concessione edilizia in quanto
_______________________________________
(descrizione delle difformità riscontrate)
* Successivamente alla realizzazione della costruzione sono state realizzate
le seguenti opere, in
mancanza di autorizzazione/concessione________________________
(descrivere le opere).
* Per tali opere è stata presentata domanda di condono in data______________
Ovvero
* La domanda di condono presentata in data_______________
non corrisponde alle opere
realmente realizzate, in quanto____________________________
Ovvero
* Per le opere realizzate non è stata presentata domanda di condono, ma le violazioni sono sanabili
ad istanza dell'aggiudicatario ed il presumibile costo della sanatoria è di euro
___________________________________
Ovvero
* L'illecito urbanistico - edilizio non è sanabile in quanto____________
________________________________________________________
6° QUESITO (Dica il C.T.U. se é possibile vendere i beni pignorati in uno o più lotti, in
quest'ultimo caso formando i singoli lotti e, previa autorizzazione del giudice, identificando i nuovi
confini e provvedendo alla redazione del frazionamento)
L'immobile può essere venduto esclusivamente in unico lotto
poiché________________________________
Ovvero
L'immobile è divisibile in n.______________lotti che qui di seguito vengono formati
__________________________________________________
(dare atto dell'eventuale frazionamento)
7° QUESITO (Indichi il CTU. se l'immobile è libero o occupato, con contratto avente data certa
anteriore alla notifica del pignoramento, indicando l'eventuale data di registrazione del contratto, la
data di scadenza per l'eventuale disdetta, l'eventuale data di rilascio o comunicando l'esistenza di un
giudizio m corso per il rilascio)
Al momento dei sopralluogo l'intera proprietà risultava nella piena disponibilità degli esecutati.
Ovvero
L'immobile è condotto in locazione da_________________in forza di
contratto del___________________________________________
registrato il __________________________con scadenza________________________________
data di scadenza per l'eventuale disdetta_______________________
l'eventuale data di rilascio_________________________________
(indicare i’eventuale pendenza di un giudizio per il rilascio)
8° QUESITO (Indichi il C.T.U. l'esistenza sui beni pignorati di eventuali vincoli artistici, storia o
alberghieri, di vincoli di inalienabilità o indivisibilità, nonché l'eventuale esistenza di diritti
demaniali (diritti di superficie o servitù pubbliche) o di usi civici e l'assegnazione dell'abitazione al
coniuge)
Non esiste alcuno dei vincoli previsti dal presente quesito.
Ovvero
L'immobile è gravato dai seguenti vincoli______________________
____________________________________________________
(paesistico. artistico. storico, alberghiero)
convenzioni matrimoniali e provvedimenti di
assegnazione_____________________________________
atti di asservimento urbanistico______________________________
altri vincoli_______________________________________________
9° QUESITO (Determini il C.T.U. il valore dell'immobile con indicazione del criterio di stima
usato)
L'immobile è stato valutato con il metodo (o con i seguenti
metodi)____________________________________________
(illustrare i criteri di valutazione utilizzati)
VALORE DELL'IMMOBILE
Dalla media dei valori ottenuti con i metodi utilizzati si ricava il seguente valore venale
dell’immobile:
FORMAZIONE DEL LOTTO (O DEI LOTTI) CON CONFINI E DATI CATASTALI:
PRIMO (O UNICO) LOTTO_____________________________
_____________________________________________________
____________________________________________________
PREZZO BASE: EURO__________________________________
SECONDO LOTTO____________________________________
_____________________________________________________
_____________________________________________________
PREZZO BASE: EURO__________________________________
ALTRI EVENTUALI LOTTI)______________________________________
____________________________________________________
_____________________________________________________
PREZZO BASE: EURO__________________________________
Luogo e data_________________               Il Consulente Tecnico
ALLEGATI:
1. visure catastali per attualità;
2. planimetrie catastali;
3. copia della licenza di costruzione ed atti di sanatoria (ove esistenti);
4. servizio fotografico (due fotografie esterne del bene ed almeno due interne);
5. contratto di locazione registrato (ove esistente);
6. bozza di ordinanza di vendita e di decreto di trasferimento;
7. altri documenti ritenuti necessari.
 


Nascondi form commento Nascondi form commento
 
   
 

CORSO BASE PER CTU

Analizzando ogni momento e fase dell'attività del consulente tecnico d'ufficio e dell'ausiliario, dalla notifica dell'ordinanza di nomina all'eventuale supplemento di perizia attraverso esemplificazioni e specifici casi di studio

Software Calcolo Parcella CTU

Il software per il calcolo dei compensi del Consulente Tecnico d'Ufficio Calcolo di onorari fissi, variabili o a vacazione