Giovedì, 05 Maggio 2016
PRIMO PORTALE ITALIANO DEDICATO AL C.T.U. E AL CONSULENTE TECNICO DI PARTE (CTP)
 
A+ R A-
RICHIEDI:  PERIZIE - STIME - CONSULENZE

Programma aggiornato alle nuove normative 2016

Questa applicazione permette di calcolare l'onorario dovuto al CTU per lo svolgimento di incarichi peritali. Le tariffe sono regolate dagli artt. 49-57 del DPR 115/2002 e dal DM 182/2002
(DM del 30 maggio 2002 pubblicato nella G.U. n. 182 del 5/8/2002).

Procedura informatica sviluppata in EXCEL della Microsoft per il calcolo dei compensi spettanti ai Consulenti Tecnici d’Ufficio (CTU)

STRUTTURE COINVOLTE

  • Cancellerie civili e penali;
  • Consulenti Tecnici d’Ufficio

OBIETTIVI

Il programma permette ai CTU di calcolare i compensi dovuti alle proprie consulenze tecniche erogate, ai fini di:

  • velocizzare e standardizzare la procedura di calcolo del compenso, a beneficio del CTU;
  • rendere più pratico ed efficiente il servizio di liquidazione del compenso del CTU, attraverso l’esplicitazione delle informazioni da inserire e la standardizzazione delle procedure;
  • permettere al giudice di verificare agevolmente importi per Art. e giornate di lavoro "Vacazione" indicate dal CTU.
STAMPE
  • il provvedimento del giudice;
  • il prospetto riepilogativo tramite il quale il CTU indica valori e le informazioni essenziali sula base dei quali è stato effettuato il calcolo del compenso richiesto;
  • l’elenco delle spese, ove presenti e documentate.

Applicazione

Microsoft Office

Excel: 2003, 2007, 2010, 2013 and 2016

307841 Come ottenere il Service Pack di Office XP più recente
per evitare errori di excel errore run time


Sistema Operativo: Windows XP Service Pack 3
Windows Vista (escluse version Basic Edition)
Windows7 (escluse versioni Starter Edition)
Windows 8
Windows 10

Il decreto legge 27 giugno 2015, n. 83 non poteva essere tanto penalizzante da non passare inosservato ha modificato l'art. 161 con l’inserimento di un nuovo comma che recita:

"Il compenso dell'esperto o dello stimatore nominato dal giudice o dall'ufficiale giudiziario è calcolato sulla base del prezzo ricavato dalla vendita. Prima della vendita non possono essere liquidati acconti in misura superiore al cinquanta per cento del compenso calcolato sulla base del valore di stima".

Con la modifica apportata, il compenso del CTU dovrà essere calcolato sul prezzo di vendita dell'immobile e non sul valore dello stesso al momento dello svolgimento delle attività di valutazione. Si dovrà, dunque, attendere la liquidazione del bene prima che il Consulente tecnico possa veder pagata la sua parcella.

C’è da dire che i beni pignorati siano venduti a cifre più basse rispetto a quelle stimate e quindi vediamo un grave danno economico per i professionisti. Di fatto i CTU sono obbligati a partecipare al rischio d'impresa derivante dal processo di vendita, che dovrebbe restare in capo esclusivamente al soggetto che ha erogato il prestito dal quale è scaturito il pignoramento del bene. Non abbiamo parole per commentare.

Oltre i danno la beffa
Facciamo notare un aspetto clamoroso della norma. Poiché la legge prevede la possibilità di liquidare all'esperto fino al 50% delle sue spettanze sulla base del valore di stima, nel caso in cui il bene fosse venduto ad una cifra significativamente inferiore rispetto al valore stimato, questi si vedrebbe costretto, magari a distanza di anni, a restituire una parte del compenso ricevuto.

Lasciamo a voi CTU commentare questa legge.

Filmato dimostrativo del programma

In OFFERTA a 27,00 EUR

A C Q U I S T A

Partner