Navigation
Slider

Si. Non è infatti sufficiente genericamente l’atto di nomina ed il verbale di udienza.


L’autorizzazione che concede il giudice istruttore non è una mera formalità ma un concreto atto autorizzativo la cui valenza si sostanzia in particolare quando vi sia necessità di accedere ad atti protetti dai vincoli imposti dalla legge sulla c.d. privacy.
Basti pensare, al riguardo, alla richiesta di copia conforme delle planimetrie catastali di un immobile il cui rilascio è vincolato alla richiesta del professionista unitamente alla delega del proprietario o avente titolo idoneo.
Tra questi, in particolare per l’attività dei professionisti tecnici, possiamo riconoscere gli uffici dell’agenzia del territorio, l’agenzia delle entrate, i diversi settori di enti locali quali comuni, province e regioni ed ancora enti del ministero della difesa, del demanio, comunità montane, gli archivi notarili e quanto altro.
Quindi, nella specie, il consulente tecnico di ufficio deve allegare alla richiesta presentata all’ufficio oltre all’ordinanza di nomina relativa al procedimento in questione, copia del verbale di udienza con emarginata la detta autorizzazione.

true