Navigation
Slider

Per i consulenti tecnici la partecipazione alle operazioni peritali è consentita solo a coloro che sono stati ritualmente nominati. Invero, ai sensi del primo

comma dell’art. 201 c.p.c. “Il giudice istruttore, con l’ordinanza di nomina del consulente, assegna alle parti un termine entro il quale possono nominare, con dichiarazione ricevuta dal cancelliere, un loro consulente tecnico.” (...) ; la nomina, quindi, va fatta con deposito di atto in cancelleria, diversamente, sarà viziata da irregolarità. L’art. 91 disp. att. c.p.c., al secondo comma, prevede, infatti, che “Il cancelliere deve dare comunicazione al consulente tecnico di parte, regolarmente nominato, delle indagini predisposte dal consulente d’ufficio, perchè vi possa assistere a norma degli articoli 194 e 201 del Codice.”
Se una parte è impossibilitata a partecipare può farsi sostituire da altro soggetto.
Si, Però il terzo deve essere dotato di idonea procura e non semplice delega.

true