Navigation
Slider

 

Riferisco quanto a me recentemente capitato come C.T.U .nominato in Corte d'Appello di Roma dal Giudice GENTILE della 2a Sezione Civile, per averequalche consiglio o suggerimento da qualche collega che si sia trovato nella mia stessa situazione. Dopo aver ricevuto l'incarico peritale ed aver svolto le relative indagini, ho depositato la C.T.U. nei termini e, cioé, in data 4-06/2016. Successivamente e, più precisamente, in data 27-06/2016 ho provveduto a depositare telematicamente e separatamente dalla C.T.U. in Cancelleria l'Istanza di liquidazione, di cui ho poi depositato copia di cortesia indirizzata allo stesso Giudice in data 30-07/2016 e 03-09/2016.Visto il ritardo della liquidazione, ho poi inoltrato telematicamente in data 21-11/2016 allo stesso Giudice un'Istanza di sollecito, senza però alcun esito o riscontro. Preciso inoltre che, a tutt'oggi, dopo ormai circa 9 mesi dal deposito della C.T.U. e dopo essermi recato più volte, ma inutilmente, in Cancelleria per ricevere chiarimenti non sono riuscito ad ottenere dal Giudice il Provvedimento di liquidazione!! Vorrei sapere, a questo punto, che cosa devo fare. Inoltrare un altro sollecito, oppure aspettare ancora un po che il Giudice si decida finalmente a liquidarmi il compenso?
In attesa di ricevere qualche parere di risposta, ringraziando anticipatamente porgo cordiali saluti.
IL C.T.U.
(Dott.Ing.Giuseppe INNOCENTI)

true