Navigation
Slider

Spesso negli studi giuridici si incontrano abbreviazioni non sempre reperibili facilmente sui codici (forse perchè si danno troppo per scontati) e neanche su internet.

Ad esempio Il CTU. Il CTU una volta non era altro che il consulente tecnico del giudice, oggi del Tribunale. Sostituisce in pratica l'antica figura del perito non limitandosi però, come questo, alla stesura di un suo parere circa una determinata questione ma presta una vera e propria assistenza al giudice o nel compimento di singoli atti o per tutto il tempo del processo. Essendo un collaboratore del giudice la sua attività non costituisce una prova in sè ma un mezzo di controllo della prova e di valutazione dei fatti già provati in giudizio ( Cass. 24 novembre 1973 n.3187; Cass. 13 marzo 1975 n.1008). 

L'istituto della consulenza tecnica nasce dall'esigenza di disporre di saperi tecnici specialistici che mancano al giudice realizzando una integrazione e sostituzione della sua attività.

 

true